Get Adobe Flash player

Raccomandazioni di voto

Votazioni  del 23 settembre 2012
Raccomandazioni di voto UDC

Stimate Cittadine, Stimati Cittadini,

Alle prossime votazioni del 23 settembre voteremo su temi in tutti e tre i livelli istituzionali. In modo particolare la votazione a livello cantonale riguardante la revisione parziale della Costituzione cantonale che è incentrata sulla riforma territoriale delle regioni,
si voterà per mantenere la nostra indipendenza regionale valligiana.

L’UDC raccomanda al popolo sovrano le seguenti indicazioni di voto:

1. Iniziativa “Sicurezza dell’alloggio per i pensionati”                SI
Nella somma i fattori preponderanti sono favorevoli al SI.
Basti pensare che con ciò si sostengono i nostri anziani che purtroppo si vedono
con una pensione AVS che perderà negli anni del suo potenziale di acquisto. Non
per ultimo, l’indebitamento delle persone private è molto elevato e si fissa all’astronomica e pericolosa cifra di 640 miliardi di franchi. Con questa iniziativa si
motiverebbe decisamente il popolo a ridurre il debito ipotecario e a rendere più sicura l’esistenza delle persone anziane.

2. Iniziativa “Protezione contro il fumo passivo”                 NO

L’UDC dice NO a questa radicale iniziativa contro il fumo. Essa ritiene questa un
ostinato e penetrante condizionamento della sfera privata dei cittadini. Oltre a ciò
quest’iniziativa è massicciamente esagerata in paragone ad altre normative inerenti
l’inquinamento dell’aria da altre sostanze nocive per la salute umana. 

3. Decreto federale “promozione della formazione musicale dei giovani” NO

Una centralizzazione federale della promozione musicale dei giovani non è necessaria.
Questa sarebbe più costosa ed in fine essa distruggerebbe la formazione musicale
odierna, che avviene con successo su base privata e che sino ad oggi gode di un’alta reputazione. Noi vogliamo che ci sia un’intensa attività musicale, ma non vogliamo che ci sia più musica di stato.


4.  Revisione parziale della Costituzione cantonale (riforma territoriale)   SI

I simpatizzanti UDC Valposchiavo sostengono decisamente questa revisione della
Costituzione cantonale. Essa riguarda in special modo la riforma territoriale delle
Regioni. Grazie al grande impegno di tanti cittadini siamo riusciti a convincere il nostro esecutivo e parlamento Grigionese a lasciare i due comuni della Val Poschiavo in una regione a se. Troppi erano gli svantaggi e le complicazioni che avremmo avuto unendo la nostra regione con l’alta Engadina e la Bregaglia. Con un SI deciso questa battaglia sarebbe finalmente vinta da parte della grande maggioranza della popolazione di Brusio e Poschiavo.

5. Legge comunale sull’efficienza energetica e sulle energie rinnovabili

Il nostro gruppo lascia ai cittadini la libertà di voto.  La legge rappresenta sicuramente un’opportunità in special modo per incentivare il risanamento di immobili. Siamo del parere che la legge proposta possa essere accettata. Il dubbio semmai nasce dal fatto che per poter usufruire dei contributi al risanamento è necessario, per quanto riguarda i nuclei storici, adattare anche la legge edilizia. Infatti, quest’ultima per esempio non permette l’installazione di pannelli solari o impianti fotovoltaici sui tetti. Perciò verrebbe accettata una legge di cui al momento solo parte della popolazione potrà approfittarne. Sarebbe quindi stato più opportuno dare priorità alla revisione della legge edilizia. Un’altra sfida importante sarà la gestione degli importi preventivati di anno in anno, affinché i cittadini possano essere trattati in egual misura. Oltre a ciò, la legge non contempla la gestione dell’energia nella sua complessità, come ad esempio la gestione delle varie turbine installate nell’acquedotto. Riteniamo questa legge un primo passo in attesa dell’adeguamento degli altri tasselli.

6. Aggiunta alla legge comunale per la promozione della cultura

Anche per questo oggetto, non avendo potuto partecipare alle discussioni nella fase preparatoria della legge, preferiamo lasciare libertà di voto. Le associazioni culturali del Comune vengono giustamente sostenute con un importo che per l’anno 2012 è preventivato a Fr. 100'000.-. Queste associazioni hanno sicuramente contribuito alla vivibilità ed allo sviluppo sociale della valle e continuano a farlo. Il nostro gruppo sottolinea però anche l’importanza del volontariato. Il volontariato sta alla base di quanto raggiunto fin’ora in ambito culturale e riteniamo che vada incentivato nel modo giusto. Saremmo contrari ad un sostegno sproporzionato in quanto questo minerebbe il volontariato e stimolerebbe le persone e le associazioni coinvolte nella cultura a lasciare lo spazio ai soli professionisti.

I simpatizzanti UDC Valposchiavo
www.udc-valposchiavo.ch