Get Adobe Flash player

Elezioni e votazioni 25 novembre 2018

 

Ecco la squadra UDC per le elezioni

 

 

Domenica 21 ottobre la sezione valposchiavina dell’UDC si è riunita in assemblea straordinaria per nominare i candidati per le Autorità comunali di Poschiavo, che saranno elette il 25 novembre prossimo. Alla presenza di un nutrito numero di soci il presidente apre la riunione, dopodiché si presentano i seguenti candidati:

 

 

 

Per la frazione Borgo-Cologna nella Giunta comunale

 

Michela Paganini, nuova, quale membro principale. Classe 1964, sposata, dopo aver svolto la professione di insegnante ha iniziato con successo l’attività di imprenditrice nel suo negozio di gioielli. Vanta quindi un’ottima esperienza in vari settori da mettere a disposizione della Giunta comunale.

 

 

Arno Marchesi, uscente, quale membro principale. Classe 1979, sposato, dirige con successo il ramo idraulico dell’impresa di famiglia ed è membro del comitato UDC. Dopo aver raccolto le prime esperienze nella legislatura attuale quale rappresentante della frazione Aino, desidera continuare l’impegno in Giunta.

 

 

Per la frazione Prada nella Giunta comunale

 

Rocco Del Tenno, nuovo, quale membro principale. Classe 1968, sposato, lavora nel ramo assicurativo e con il suo impegno collabora nell’organizzazione della stramangiada, un evento turistico ormai irrinunciabile per la valle. Ha inoltre militato a lungo nella Valposchiavo Calcio. Ora sente la volontà di dare il suo contributo al Comune.

 

 

Mirko Zala, nuovo, quale membro supplente. Classe 1970, sposato, è impiegato presso il Centro sanitario Valposchiavo ed è attivo quale soccorritore. Membro del comitato UDC quale cassiere, dopo essersi candidato nel 2014 si mette nuovamente a disposizione per il proprio paese.

 

 

Per la frazione Campiglioni nella Giunta comunale

 

Gabriela Menghini, uscente, quale membro principale. Classe 1983, sposata, è impiegata presso Repower dove si occupa di risk management aziendale e di assicurazioni. Inoltre, svolge un ruolo di prim’ordine nella formazione degli apprendisti di commercio. Eletta a giugno quale supplente nel Gran Consiglio retico, ha anche presieduto la Giunta comunale nel 2017.

 

 

Fulvio Betti, uscente, quale membro principale. Classe 1978, sposato, di professione è fiduciario e revisore abilitato. Presidente dell’UDC Vaposchiavo dall’anno di fondazione, è attivo pure nel campo musicale quale direttore della Corale San Vittore. Da sempre interessato alla politica, si sente motivato ad affrontare una nuova legislatura.

 

 

Per la frazione Le Prese nella Giunta comunale

 

Giulio Raselli, nuovo, quale membro supplente. Classe 1988, sposato, è impiegato quale macellaio. Quale giovane motivato desidera rappresentare la gioventù nel Legislativo comunale facendo le prime esperienze quale supplente.

 

 

Nel Consiglio scolastico

 

Dora Zanetti-Crameri, nuova. Classe 1987, sposata, casalinga con la formazione di pasticcera e membro del comitato UDC. Quale madre di famiglia, ritiene di poter dare il suo apporto nel Consiglio scolastico, un consesso di importanza rilevante per il bene dei nostri figli.

 

 

Orlando Crameri, uscente. Classe 1967, sposato, è responsabile del gruppo tecnico fondovalle per il Comune. Negli ultimi quattro anni ha assunto il ruolo di responsabile per le infrastrutture scolastiche in seno al Consiglio scolastico e intende portare avanti l’esperienza maturata.

 

 

Nella Commissione di gestione

 

Gloria Badilatti, nuova. Classe 1977, sposata, impiegata di commercio. Dopo aver frequentato il liceo linguistico e conseguito il diploma quale impiegata di commercio ha esperienza nella gestione contabile. Per questo sente di avere le caratteristiche ideali per questa commissione.

 

 

Il comitato UDC è convinto di aver presentato un’ottima squadra con rappresentanti motivati, credibili e con esperienze in diversi settori economici e sociali che costellano il nostro paese. L’assemblea all’unanimità conferma i candidati proposti e raccomanda alla popolazione un ampio sostegno a queste persone.

 

 

Credito per il rinnovo e la rivalutazione del campo sportivo “Curtin”

 

 

In vista della votazione inerente il rinnovo e la rivalutazione del campo sportivo “Curtin” il Consigliere Arno Marchesi presenta all’assemblea i dettagli del progetto e il piano di finanziamento. La struttura esistente ha evidenti necessità di intervento. La sostituzione del manto erboso con un manto in materiale sintetico, permette il gioco del calcio per un periodo più ampio ed evita costose trasferte di allenamento. Il fatto di non utilizzare ulteriore terreno agricolo come pure di permettere le attività sportive anche alle vicine strutture scolastiche, sono elementi fondamentali che caratterizzano questo progetto rispetto a quelli proposti nel passato. L’assemblea conferma la linea dei Consiglieri di Giunta, ossia il sostegno del credito pari a CHF 1'950'000 quale tetto massimo, con l’auspicio che nell’elaborazione del progetto definitivo ed esecutivo si tenga conto il più possibile di valutare quegli elementi architettonici che fanno lievitare i costi ma che non portano benefici rilevanti né all’efficienza della struttura, né all’attività sportiva in sé. L’assemblea all’unanimità propone alla popolazione l’accettazione del credito.

 

 

Iniziativa "Il diritto svizzero anziché giudici stranieri (iniziativa per l'autodeterminazione)"

 

 

Il Consigliere Elio Paganini presenta all’assemblea quest’iniziativa il cui titolo già dice tutto. La domanda fondamentale è: il Popolo svizzero continua a voler autodeterminare le sue leggi oppure vuole permettere a Legislatori e giudici stranieri di influire in modo importante nelle sue regole? La Costituzione elvetica, che contiene alti valori etici e cristiani, non lede i vincoli internazionali in materia di diritti umani. Il Popolo svizzero ha sempre avallato le modifiche necessarie alle varie leggi per fare in modo che la Svizzera possa essere al passo con i tempi e con le regole internazionali, mantenendo però le sue caratteristiche che le permettono di essere autonoma. Ultimamente è invece successo (e sempre più succede) che il Tribunale federale e il Parlamento si appellano al diritto internazionale per non applicare ciò che il Popolo ha deciso. Questo non è eticamente sostenibile anche perché nessun altro Stato antepone le regole internazionali alle proprie Leggi. Se vogliamo quindi tutelare la nostra democrazia diretta, agevolare la certezza del diritto e smentire in modo categorico chi sostiene che “tanto fanno quello che vogliono” il Popolo non può fare altro che sostenere questa iniziativa. L’assemblea UDC all’unanimità raccomanda quindi di sostenere con forza l’autodeterminazione della Svizzera (nota: l’autodeterminazione dei popoli è un elemento fondamentale garantito dai diritti umani) e quindi questa iniziativa.

 

 

Per gli altri oggetti in votazione il comitato riprende le raccomandazioni del partito cantonale che sono le seguenti:

 

 


NO all’iniziativa “Per la dignità degli animali da reddito agricoli (iniziativa per vacche con le corna)"

 

 

SI alla modifica della legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (base legale per la sorveglianza degli assicurati)

 

 

SI all’iniziativa cantonale "Buona scuola Grigioni – codecisione riguardo a importanti questioni relative all'istruzione"

 

 

SI all’iniziativa cantonale "Buona scuola Grigioni – codecisione riguardo ai programmi didattici"

 

UDC Valposchiavo